Sardegna

Chiedetemi perchè amo la Sardegna – Le “mie” Spiagge del Sud

Claudia Benedetti

La Sardegna per me è solo hotel di lusso? Ci sono anche quelli, alcuni li adoro lo ammetto, alcuni già mi mancano e altri li devo ancora scoprire.
Ma ciò che mi lega più a questa terra sono le sue infinite meravigliose spiagge.
Dalle piccole baie lambite da acque cristalline al Nord, fino alle immense distese di sabbia dorata del Sud, le spiagge della Sardegna sono tante e per tutti i gusti.
Quelle di cui vi parlo oggi sono le mie preferite della Costa del Sud , quelle dove vado ogni giorno quando sono in vacanza, quelle che racchiudono tutti i miei ricordi di questi ultimi quindici anni.

Tuerredda è in assoluto la spiaggia che amo di più. Splendida baia riparata dal maestrale, quest’anno consente l’ingresso ad un massimo di mille persone alla volta e ed è totalmente smoking free. Qui trovate due stabilimenti balneari, Tuerredda Beach Club, forse il più chic dell’intera zona, che alla sera si trasforma in un suggestivo lounge bar con annesso romantico ristorante vista mare che vanta una cucina di pesce eccezionale e una carta dei vini di pari livello. Si sono voluti distinguere e hanno creato qualcosa che potesse piacere a noi milanesi, beh ci sono riusciti! Bellissima location per un aperitivo (non immaginate il nostro aperitivo, qui anche le patatine te le fanno pagare a parte!), una cena in spiaggia (il profumo dei loro calamari fritti è davvero invitante) o un drink dopocena.
Il servizio è un po’ arrogante, ma anche il posto in fondo lo è.
Solo qualche passo più avanti troverete invece il secondo stabilimento, Tropico Mediterraneo, dove Bruno attende i suoi ospiti con la sua iconica camicia bianca e il suo fischietto.
Ambiente molto più informale, nessun ristorante, solamente un chiosco dove mangiare un gelato e qualche piatto già pronto.
Qualunque location scegliate per il vostro relax, il mio consiglio è sempre quello di chiedere di posizionarvi lettini e ombrellone in spiaggia libera, all’esterno degli stabilimenti, in modo da avere più spazio e una “prima fila” quasi sempre garantita.
Ci sono tre parcheggi auto che costano 5, 9 e 10 euro per l’intera giornata, il prezzo si abbassa leggermente per l’ingresso dopo le 14:00 , tutti e tre comodi e vicini alla spiaggia. Se arrivate da Chia, ma non ne potrete fare a meno, fermatevi sul lato della strada nel punto più panoramico per scattere alcune fotografie di Tuerredda in tutta la sua bellezza. La vista da qui è davvero la più spettacolare.

spiaggia di tuerredda
Porto Tramatzu è un’altra delle spiagge che preferisco qui nel Sud Sardegna, non la frequento spesso, ma quest’anno l’ho vissuta in tutto il suo splendore.Si raggiunge procedendo da Chia verso Teulada in circa mezz’ora ed è conosciuta anche per il noleggio di barche e gommoni. Prezzo del parcheggio 7 euro per l’intera giornata, comodo perché a nemmeno cinque minuti a piedi dall’ingresso della spiaggia. A Porto Tramatzu troverete un unico stabilimento balneare, costo per due lettini e un ombrellone in prima fila 36 euro, a scalare le file più indietro. Il mio consiglio è di proseguire sulla vostra destra camminando lungo la spiaggia fino agli scogli, potete sistemarvi qui (alcuni sono proprio piatti e comodi) oppure scendere nella minuscola e deliziosa baia di sabbia bianca e impalpabile come borotalco che si aprirà davanti ai vostri occhi e lambita da un mare calmo e cristallino. Portate il vostro ombrellone, due sdraio e una bottiglia di bollicine, e sarà come essere invitati ad un aperitivo romantico su un’isola deserta.

Su Giudeu è invece la spiaggia che amo tra le tante spiagge di Chia, un lungo arenile di sabbia bianca e finissima con un fondale bassissimo, particolarmente adatto ai bambini, impreziosito dalla presenza di scogli levigati che formano il suggestivo isolotto al largo. Alle vostre spalle le iconiche dune di Chia e una splendida oasi di fenicotteri rosa. Al tramonto la spiaggia si anima di giovani e musica, è l’ideale per rilassarsi sulla sabbia con un aperitivo in compagnia, e per questo vi consiglio di fare un salto da Arveskida per un drink.
L’ampia spiaggia di Su Giudeu è il proseguimento di un altro gioiello della stessa baia, s’Aqua Durci, da cui è separata da una piccola scogliera rocciosa, mentre, poco distanti ci sono altre due splendide spiagge: sa Colonia e Porto Campana. Separata da una collina, intima e immersa nella macchia mediterranea, trovate invece la deliziosa Cala Cipolla, piccola e non attrezzata, ideale al mattino quando ancora non è presa d’assalto dai turisti. Per poter ammirare tutto il litorale della baia, non perdetevi una passeggiata verso il faro che domina l’estremità sud-occidentale della Sardegna e dalla cui sommità ammirerete un panorama da sogno, spesso teatro di scene cinematografiche e famosi spot pubblicitari.

Spiaggia di Porto Tramatzu

La lunga spiaggia di Santa Margherita di Pula non è tra quelle che frequento più spesso, ma vale una citazione quantomeno perché ospita il più esclusivo resort di tutta la Sardegna, il lussuoso Forte Village. È uno dei litorali più belli della Sardegna meridionale, a poche decine di chilometri da Cagliari, ma lontano da spiagge affollate. Si tratta di quasi dieci chilometri di sabbia morbida e dorata che si immerge in acque basse e tiepide dalle tonalità del verde con fondale tanto limpido che si osserva perfettamente anche senza immergersi.
A pochi passi da Santa Margherita c’è la movida​ pulese, fatta di tanti eventi e aperitivi in piazza del Popolo ​e piazza di Chiesa, da abbinare a lunghe passeggiate e tanta attività sportiva. Meritano una visita i viali alberati ​che portano a Nora, dove, non lontano dalla spiaggetta, ci sono i resti dell’antica città fenicio-punica e poi romana, il parco archeologico e la chiesetta di sant’Efisio.

Ed ecco finalmente a Porto Pino, siamo in una delle zone più meridionali dell’isola e qui troviamo la Prima Spiaggia di Porto Pino, lunga circa 600 metri e  piuttosto frequentata durante la stagione estiva. La sua sabbia è compatta e di un colore meno candido rispetto alle altre zone. La Seconda Spiaggia di Porto Pino è invece una distesa di circa 2 km e mezzo di sabbia bianchissima e impalpabile. La spiaggia Le Dune di Porto Pino è la parte senza dubbio più spettacolare di tutta Porto Pino. Si tratta di una porzione di circa 1 km di sabbia candida dalla quale si ergono altissime dune di sabbia finissima, dalla cui cima si gode di una vista senza eguali su tutto il golfo, immersi nel profumo dei ginepri e della macchia mediterranea.
Per arrivare direttamente qui alle Dune invece dalla strada principale si imbocca una strada sterrata sulla sinistra segnalata da un cartello scritto a mano: DUNE. Parcheggiata l’auto è necessario proseguire a piedi per qualche centinaio di metri, ma vi garantisco che ne vale la pena.

Ho tenuto il meglio per ultimo. L’ultima spiaggia a occidente del sud della Sardegna è un angolo di paradiso che si trova in area militare, non sempre accessibile, e vanta un arenile bianco con tenui riflessi rosa e un fondale basso del colore del cielo. Una distesa di sabbia bianca candida, fine e molto morbida, protetta da dune ricolme di ginepri. Conosciuta come Porto Zafferano o Cala Zafferano, è una stupenda spiaggia nel territorio di Teulada, compresa nell’area del poligono militare, accessibile solo via mare a luglio e agosto senza possibilità di sbarco oppure con escursioni guidate con partenza dalle vicine Tuerredda e Porto Tramatzu. Io credo di non averla mai vista una spiaggia bella come Porto Zafferano, granelli bianchissimi e sottili, con tenui riflessi rosa che si immergono nel bagnasciuga insieme a frammenti di conchiglie depositati dalle onde. Un mare straordinariamente trasparente che potrete scoprire insieme alla compagnia di navigazione Blu Zafferano gustando un rinfrescante aperitivo al tramonto.

Spiaggia di Porto Tramatzu

5 Comments

Leave a Reply

You Might Also Like