intelligenza emotiva

Intelligenza Emotiva e Critica Costruttiva, il binomio essenziale se vuoi essere un buon leader

Ti sei mai sentito oggetto di una critica distruttiva?

Io credo che proprio come a tutti, sia capitato anche a te

Un atteggiamento del genere sta spesso ad indicare l’innesco di un ciclo che si conclude nel licenziamento del dipendente o nel suo abbandono spontaneo del posto di lavoro – quello che nel contesto aziendale equivale ad un divorzio

Pensa che in uno studio su 108 dirigenti e colletti bianchi, un atteggiamento critico poco costruttivo era precursore di sfiducia, conflitti di personalità e dispute relative al potere e alla paga

Un esperimento condotto al Rensselaer Polytechnic Institute mostra quanto possa essere dannoso per le relazioni di lavoro un atteggiamento critico sferzante

In una simulazione, infatti, alcuni volontari vennero incaricati di creare una pubblicità per un nuovo shampoo e un altro volontario – d’accordo con gli sperimentatori – giudicava i lavori proposti: in realtà i volontari erano fatti oggetto di due tipi di critica, una riguardosa e specifica, l’altra che includeva minacce e incolpava dell’insuccesso le carenze insite della persona con commenti come “Non doveva nemmeno tentare, sembra che non sappia fare nulla di buono” o “Probabilmente è proprio mancanza di talento, dovrò cercare qualcun altro”

Comprensibilmente i volontari attaccati con questo tipo di critica divennero tesi e irritati e assunsero un atteggiamento antagonistico, dicendo che si sarebbero rifiutati di collaborare a progetti futuri con la persona che aveva espresso le critiche


LE CONSEGUENZE DI UNA CRITICA DISTRUTTIVA SUL LUOGO DI LAVORO


Lo saprai bene anche tu, le critiche dure e sarcastiche demoralizzano a tal punto coloro che le ricevono da indurli a non impegnarsi più molto nel lavoro e da portarli ad affermare che non si sentono più in grado di farlo bene, il che è anche più grave

L’ATTACCO PERSONALE È DELETERIO PER IL MORALE

Molti dirigenti sono sempre pronti alle critiche, ma troppo parchi di elogi, lasciando ai loro sottoposti la sensazione che gli unici commenti che sarà loro dato sentire saranno degli appunti in occasione di un errore

Questa propensione alla critica è ancora più grave se i dirigenti non forniscono ai propri dipendenti nessun feedback per lunghi periodi

LA MAGGIOR PARTE DEI PROBLEMI CHE RIGUARDANO LA PRESTAZIONE DI UN DIPENDENTE NON EMERGE ALL’IMPROVVISO, MA SI SVILUPPA LENTAMENTE NEL TEMPO

Quando il superiore non comunica immediatamente i propri sentimenti il livello di frustrazione cresce lentamente

Poi un giorno esplode

Se le critiche fossero state fatte prime il dipendente avrebbe potuto correggersi. Al contrario, troppo spesso le persone danno voce alle critiche solo quando la goccia ha fatto traboccare il vaso, quando sono ormai troppo irritati per contenersi

E questo a cosa porta?

Che in quel momento le critiche siano formulare nel peggiore dei modi, con un tono di mordace sarcasmo, richiamando alla mente una lunga lista di proteste mai espresse o facendo minacce

TALI ATTACCHI TENDONO A RITORCERSI PERCHÉ VENGONO RECEPITI COME UN AFFRONTO E CHI NE È OGGETTO SI IRRITA A SUA VOLTA

Questo è il modo peggiore per motivare qualcuno


I VANTAGGI DI UNA CRITICA COSTRUTTIVA SUL LUOGO DI LAVORO


Da parte di un dirigente, una critica costruttiva può rivelarsi uno dei messaggi più utili e generare un impatto opposto rispetto alla critica distruttiva:

Invece di creare un senso di impotenza, collera e ribellione, la critica costruttiva fa affiorare la speranza di migliorare e suggerisce le prime mosse per farlo

Una critica costruttiva si concentra su quel che una persona ha fatto e può fare, senza voler vedere in un lavoro scadente il segno della personalità del suo autore. Infatti..

UN ATTACCO ALLA PERSONALITÀ È UN’OPERAZIONE CHE FALLISCE IL BERSAGLIO

In questo modo l’altro si mette immediatamente sulla difensiva e perciò non recepirà i suggerimenti offerti per migliorare: quando le persone pensano che i loro fallimenti siano dovuti ad un loro difetto immodificabile, perdono la speranza e desistono da ogni tentativo


COME FARE UNA CRITICA COSTRUTTIVA IN 4 SEMPLICI MOSSE


1_ SII SPECIFICO

Se una persona si sente semplicemente dire che sta facendo qualcosa di sbagliato, senza che tu gli spieghi i particolari e quindi senza sapere che cosa cambiare, si demoralizzerà: dovrai invece concentrarti sulle specifiche, dire che cosa è stato fatto bene, che cosa è stato fatto male e come si potrebbe migliorare. La specificità è ugualmente importante sia nell’elogio che nella critica


2_ OFFRI UNA SOLUZIONE

La critica, come ogni feedback, dovrebbe indicare un modo per risolvere il problema, altrimenti lascia chi la riceve frustrato, demoralizzato o demotivato. La critica può aprire la porta a possibilità e alternative che la persona non si rendeva conto esistessero oppure semplicemente sensibilizzarlo sulle carenze che richiedono la sua attenzione

In ogni caso dovrebbe includere qualche suggerimento su come affrontare questi problemi


3_ SII PRESENTE

Le critiche, come gli elogi, sono massimamente efficaci quando vengono comunicati in privato in un’interazione faccia a faccia

Se ti senti a disagio nel fare una critica, probabilmente hai la tendenza a rendere meno gravosa questa incombenza inviando messaggi a distanza, ad esempio via email

Questo però rende la comunicazione troppo impersonale e priva la persona criticata dell’opportunità di rispondere e di chiedere un chiarimento


4_ SII SENSIBILE

Questo è un richiamo all’empatia, un invito ad essere in sintonia con l’altra persona e a percepire l’impatto di ciò che dici e di come lo dici sulla persona che riceve il messaggio

I dirigenti scarsamente empatici sono molto inclini a fornire feedback in modo offensivo, come una raggelante umiliazione

L’effetto di queste critiche è distruttivo

Invece di aprire la strada alla correzione dell’errore, generano una reazione emotiva negativa di risentimento e di amarezza, spingendo la persona a mettersi sulla difensiva e a tenere le distanze


Ecco quindi quattro semplici accorgimenti che potrai mettere in pratica ogni volta che ti sentirai in dovere di fare una critica a qualcuno

Se presa nella maniera corretta, una critica costruttiva è un’occasione di crescita sia per chi la fa che per chi la riceve

Sei pronto a trasformarti in un responsabile emotivamente intelligente?

No Comments

    Leave a Reply

    You Might Also Like