palazzina grassi Venezia

Ritorno a Venezia – La magia di Palazzina Grassi by Philippe Starck

Palazzina Grassi

Mi piacciono gli hotel iconici, quelli dallo stile unico e particolare, quelli che raccontano una storia.
Amo le atmosfere glamour, l’arte, il design e tutto ciò che esprime eccesso e creatività.
Ho visitato per la prima volta Palazzina Grassi quattro anni fa e ne sono rimasta subito affascinata, tanto che mi ero ripromessa, non appena fossi ritornata a Venezia, di soggiornare proprio lì, nel primo hotel in Italia, e unico a Venezia, interamente disegnato da Philippe Starck, dove lusso e minimalismo si incontrano dando vita ad un connubio intrigante e di forte impatto.

Sono passati quattro anni da quel caffè nella splendida lounge barocca di Palazzina, ma alla fine ho mantenuto fede alla mia promessa e in una caldissima domenica di metà settembre sono sbarcata in una Venezia insolita, stranamente tranquilla e silenziosa, molto diversa da come me la ricordavo. Nessuna coda per il taxi acqueo che in meno di quindici minuti, tra scorci di imponenti palazzi storici e canali di suggestiva bellezza, mi lascia all’ingresso di Palazzina Grassi.
Avevo un sogno e si stava finalmente realizzando.

Mi trovo indiscutibilmente nell’hotel più glamour di Venezia con i suoi 289 specchi, le luci soffuse e l’accattivante atmosfera di un club privato. Palazzina Grassi, 5 stelle, si è distinto dalla concorrenza fin dalla sua apertura nel 2009 ospitando i party più glam del Festival del Cinema e star di Hollywood del calibro di Leonardo di Caprio, Madonna, Al Pacino, Angelina Jolie e Johnny Depp.
Facile indovinare il perché di questo enorme successo. Il fascino di Palazzina ha qualcosa di misterioso, impercettibile e piacevole allo stesso tempo, un fascino che mi avvolge sin da subito. Una maschera nera, leit-motiv scelto per decorare tutti i paralumi delle lampade e iconico logo dell’hotel, mi accompagna per tutto il soggiorno in maniera intima e intrigante.
Qui il mogano, i mattoni a vista, i marmi e gli specchi dell’alto artigianato della tradizione veneziana si trasformano in elementi di design contemporaneo con un risultato di estrema fluidità, in cui modernità e storia si fondono armoniosamente.
Nulla è lasciato al caso qui a Palazzina, ogni angolo trasuda arte e raffinatezza, le Lampade Floss, le poltrone in pelle bianca Cassina, gli specchi retroilluminati e le sontuose travi a vista del salone. La splendida vista sul Canal Grande resa possibile da bellissime vetrate terra-cielo.
La nota più esclusiva? Palazzina è stata insignita del ruolo di Krug Ambassador e ospita l’unica champagnerie Krug in Italia, in una location dall’atmosfera raffinata e dal design sublime. La mia scelta per questo soggiorno a Venezia non poteva quindi che ricadere qui.

Palazzina Grassi

Ph Massimiliano Liva

 

Solo 22 le camere di Palazzina per un soggiorno intimo e nel segno della privacy, eleganti e luminose, con quel tocco di estrosità che mi piace ritrovare e scoprire in un hotel.
Cura estrema dei dettagli, attenzione ai particolari, un pizzico di magia e di mistero che avvolge Palazzina.

Nonostante un design unico e accattivante che da solo varrebbe il soggiorno, ciò che mi ha colpito di Palazzina Grassi sono stati anche il calore,  l’attenzione e la disponibilità di tutto lo staff. In un periodo di forte crisi dove il distinguersi dalla concorrenza può fare davvero la differenza, l’hotel unisce una location dalla bellezza e dallo stile inimitabili, ad un servizio di altissimo livello, ma dal sapore familiare. Dalle ragazze alla reception con cui scambiavo volentieri quattro chiacchiere ogni giorno, allo staff del ristorante che ogni mattina mi viziava con squisite prelibatezze (sono riusciti anche ad indovinare il perfetto equilibrio dell’acqua calda con il limone che bevo a colazione!), dalle uova alla benedict con salmone e avocado ai deliziosi mini croissant appena sfornati, il tutto sempre condito con un sorriso sincero e una parola gentile.

Palazzina Grassi

Ph Massimiliano Liva

 

Racchiuso in una piccola calle intima e silenziosa, senza insegne o indicazioni, ma nel cuore di Venezia e a due passi dal bellissimo Campo Santo Stefano con tipiche osterie veneziane, bar ed eleganti ristoranti, Palazzina appaga e soddisfa ogni mia aspettativa, confermandosi l’indirizzo più glamour e alla moda della città.

Il mio ritorno a Venezia, dopo mesi di assenza e questo surreale periodo post lockdown, non sarebbe potuto essere più bello e intenso.
Ci sono emozioni ed esperienze legate a queste città che non vedo l’ora di raccontarvi, c’è una magia che invade le calli e i canali ad ogni ora del giorno e della notte, ci sono luoghi e ricordi che resteranno per sempre indelebili. Venezia è la città che ho avuto la fortuna di chiamare casa per sei indimenticabili anni. Palazzina Grassi mi ha fatto rivivere le stesse incredibili emozioni di un tempo.

Palazzina Grassi

Ph Massimiliano Liva

 

No Comments

    Leave a Reply

    You Might Also Like