Psicologia

Sei la media delle 5 Persone che frequenti di più – Preoccupati!

Sapevi di essere la media delle cinque persone che frequenti di più?

Partendo da questa famosa dichiarazione di Jim Rohn, in questo post vediamo insieme come le 5 persone che più frequentiamo siano quelle che maggiormente influiscono, positivamente e negativamente, sul nostro carattere, sulle nostre scelte e anche sulla nostra motivazione

YOU ARE THE AVERAGE OF THE FIVE PEOPLE YOU SPEND THE MOST TIME WITH

Affermava Jim Rohn. Imprenditore e rinomato autore di libri sulla motivazione, sulla felicità e sulla leadership, Jim Rohn sostiene infatti che ognuno di noi è il risultato della somma delle 5 persone con cui trascorre più tempo

E SE TROVI QUESTA AFFERMAZIONE PREOCCUPANTE FORSE DOVRESTI CORRERE AI RIPARI!

Tutti noi, almeno in parte, siamo il risultato di chi ci ha dato la vita ed educato, siamo il prodotto delle nostre interazioni con le persone che abbiamo conosciuto a scuola, all’università, sul posto di lavoro o in altri contesti sociali. Non sempre ci è stato possibile scegliere queste figure, anzi nella maggior parte dei casi, soprattutto nei primi anni della nostra esistenza, ci sono capitate

Ma niente, a questo punto della nostra vita, ci vieta di selezionare e scegliere con più cura le nostre amicizie e circondarci di quelle persone che ci permetteranno di creare intorno a noi un ECOSISTEMA POTENZIANTE

Cioè un ambiente che ci stimoli a dare il meglio di noi stessi, ad impegnarci a raggiungere i nostri obbiettivi e a realizzare i nostri desideri più intimi, senza costringerci nella nostra comfort zone

Ti sei mai chiesto perché giovani universitari investono migliaia di dollari per studiare nelle Università più prestigiose d’America quando ormai disponibili su varie piattaforme on-line potrebbero trovare gli stessi identici corsi tenuti dagli stessi identici professori e studiare stando comodamente seduti sul divano del proprio salotto?

La risposta è molto semplice

PER CREARE RELAZIONI POTENZIANTI

La vita universitaria del campus e le lezioni in aula sono un mezzo potentissimo ed essenziale per creare relazioni e fare networking tra alcuni dei giovani più promettenti d’America e del mondo
E le relazioni che si creano in queste università così prestigiose dove sono riunite le menti con più potenziale al mondo sono fondamentali per la futura carriera di ogni studente!

Si stima infatti che gran parte dei giovani che hanno abbandonato gli studi ad Harvard o alla Stanford University, siano comunque riusciti ad avere una carriera brillante e ad ottenere posizioni di prestigio soprattutto grazie alle relazioni create in passato con gli altri studenti

Interessante, non trovi?

Se Seneca affermava che la vita è un’opera teatrale e che per questo non ha importanza quanto dura, ma il modo in cui è stata messa in scena

A questo messaggio ne aggiungerei un altro

IN QUESTO CONTESTO NON SIAMO SEMPRE SOLI, CI SONO PIÙ ATTORI NELLA RAPPRESENTAZIONE DELLA VITA E DIPENDE DA NOI SE AGIRE DA PROTAGONISTI O COME SEMPLICI COMPARSE

Le persone di cui ci circondiamo determinano chi siamo, lo sappiamo, non si può scegliere la propria famiglia, ma si può decidere, al momento opportuno, con chi mantenere uno stretto contatto e con chi no, godiamo tutti infatti di un certo margine di libertà nel decidere chi far entrare o meno nella nostra vita

Non ti è mai capitato che, pur sentendo dentro di te una forte volontà e un forte desiderio di cambiare e migliorare la tua vita, tu ti sia sentito ostacolato dall’ecosistema che ti circonda?

COME SE QUALCOSA O QUALCUNO TI VOLESSE TENERE A TUTTI I COSTI ANCORATO ALLA TUA VITA COSÌ COM’È, TANTO DA FARTI DESISTERE

Spesso ci facciamo condizionare dal giudizio e dall’opinione delle persone che ci stanno vicine, abbandoniamo sul nascere i nostri progetti solamente perché qualcuno della nostra famiglia, un amico o un collega ha espresso dei dubbi sulla nostra idea

O, ancora peggio, abbiamo l’impressione di vivere in un ambiente in cui nessuno ci capisce o ha i nostri stessi interessi, in un ambiente cui sarebbe addirittura impossibile condividere le nostre idee!

E quindi come ci comportiamo?

ARRIVIAMO A CREDERE CHE SAREBBE MEGLIO TENERCELE PER NOI NEL MIGLIORE DEI CASI, OPPURE ABBANDONARLE

Questo perché abbiamo una visione talmente limitata, da attribuire a persone che provengono da contesti diversi rispetto al nostro, da generazioni diverse dalla nostra o semplicemente caratterialmente diverse da noi, il potere di demotivarci e di depotenziare il nostro ecosistema

SEI LA MEDIA DELLE CINQUE PERSONE CHE FREQUENTI DI PIÙ

Non ti nego che quando anni fa lessi questa frase per la prima volta, un po’ mi spaventai. Non perché le cinque persone con le quali indubbiamente passavo più tempo avessero qualcosa di sbagliato o non mi piacesse la loro compagnia, semplicemente non facevano parte di quell’ecosistema di crescita a cui aspiravo

MI SEMBRAVA DI NON ESSERE CAPITA, DA NESSUNO PROPRIO

Avevo quindi due possibilità

La prima era accogliere gli input depotenzianti di quelle persone, accontentarmi di ciò che stavo facendo e rinunciare ad inseguire i miei sogni e la carriera che sognavo

La seconda era iniziare a crearmi il mio piccolo ecosistema potenziante, iniziare a frequentare persone con le caratteristiche che ammiravo e alle quali aspiravo, trovare esempi di successo da imitare e lasciare che contaminassero il mio pensiero e il mio modo di agire, mettendomi in gioco, assorbendo e imparando da loro.

Indovina quale strada ho scelto?

No Comments

    Leave a Reply

    You Might Also Like