Oman SIX SENSES ZIGHY BAY

SIX SENSES ZIGHY BAY – L’ECCELLENZA DEL LUSSO SOSTENIBILE

Six Senses Zighy Bay

Avevo sempre considerato i resorts della catena Six Senses, una delle più prestigiose al mondo nonché la più vicina alla mia filosofia di viaggio, come qualcosa di totalmente inarrivabile. Zighy Bay invece, sarà per la distanza dall’Italia relativamente modesta – ci si arriva volando su Dubai, quindi con una tratta aerea di medio raggio – me l’ero sempre immaginato, non so perché, come il resort Six Senses più “avvicinabile”, in tutti i sensi. Ovviamente mi sbagliavo, in tutti i sensi.

Non ci è voluto molto, una volta varcata da soglia di Zighy Bay, a capire che spesso non è solo un prezzo inaccessibile ai più a determinare l’esclusività e il valore di un prodotto. Un contesto unico al mondo, un servizio inimitabile, una serie di attenzioni e dettagli difficili anche da immaginare, e un lusso, quel nuovo concetto di lusso sostenibile, che si diffonde nell’aria dalle fessure di ogni pietra grezza, dal legno, dalle canne e dalle foglie di palma, da tutti i materiali locali naturali che gli conferiscono un raffinatissimo stile rustico e con cui Zighy Bay è stato interamente costruito, con una chiara attenzione all’eco-sostenibilità e all’ambiente, concept negli ultimi tempi molto in voga, ma che la catena Six Senses ha da sempre fatto suo.

Six Senses Zighy Bay

È metà gennaio e dopo alcuni giorni impegnativi spesi tra Emirati Arabi e Oman, dove il sole e il caldo non sono ahimé stati quasi mai compagni di viaggio, l’accoglienza di un rappresentante Six Senses in aeroporto a Dubai è stata talmente perfetta da farmi dimenticare pioggia e stanchezza dei giorni precedenti. L’ “esperienza Zighy Bay”, così come vale davvero la pena definirla, ha inizio infatti dall’arrivo a Dubai.
Driver impeccabile, macchina di lusso con bevande, snack salutari e connessione Wi-Fi per un vero e proprio comodissimo viaggio in business class che in circa un paio d’ore mi porta fino al confine tra Emirati Arabi e Oman, e poi su e giù fino al Six Senses Zighy Bay.

Siamo all’ingresso della penisola di Musandam, un’enclave omanita nel territorio degli Emirati Arabi.
Un controllo documenti lampo e mi ritrovo proiettata in un paesaggio lunare.
Attorno solo rocce, natura e silenzio.
Una strada che inizia ripida a salire per poi regalarmi lo spettacolo che aspettavo da tutto il viaggio, la vista di Six Senses Zighy Bay dall’alto della montagna che lo circonda. Eccolo lì, proprio come nelle foto di cataloghi e riviste di lusso, un angolo di paradiso incastonato tra una spiaggia privata di oltre un chilometro e mezzo e montagne rocciose a proteggerlo, un antico villaggio di pescatori trasformato in uno dei resort più famosi ed esclusivi al mondo, adagiato su una spiaggia desertica accessibile solo via mare e dall’unica strada panoramica costruita apposta tra le rocce, un prestigioso rifugio completamente isolato che guarda acque turchesi lambite da una sabbia impalpabile e che si fa guardare le spalle da montagne imponenti a picco sul mare. Da appassionata di immersioni, conoscevo, almeno sulla carta, la penisola di Musandam, spettacolare territorio con fiordi, insenature, piccole baie e spiagge deserte, un vero e proprio paradiso naturale con fondali ricchi di relitti e bellissimi siti per gli amanti della subacquea.

Six Senses Zighy Bay

Le aspettative erano alte, altissime.
Six Senses Zighy Bay le hai superate tutte.
82 meravigliose ville di design in stile omanita, tutte con piscina privata e maggiordomo personale e caratterizzate da ampi spazi e da ambienti interni rustic chic. La sistemazione entry level, la Pool Villa, misura 247 metri quadrati, giusto per darvi un’idea.
Ma la bellezza di queste ville non si esaurisce qui, sarebbe troppo poco.
Una stanza da bagno enorme, vasca da bagno, doccia e doppio lavabo. Letto comodissimo e zona soggiorno che si affaccia, grazie a grandi porte-finestre che non fanno mai perdere il contatto visivo con la natura, su quello che considero il valore aggiunto di ogni sistemazione: una grande veranda solarium con una splendida piscina privata e immersa in una privacy totale. Il calore e il colore dei materiali locali, in completa armonia con quello della sabbia e delle montagne che mi circondano, non possono che far apparire l’azzurro del cielo e il verde smeraldo della piscina ancora più incredibilmente intensi e suggestivi.

Non riporto mai tutto ciò che ampiamente viene descritto sul sito web del resort molto più dettagliatamente di quanto potrei fare io, e generalmente mi limito a raccontare solo ciò che ho vissuto in prima persona, ma oltre alla cucina eccezionale che ho avuto la fortuna di assaggiare e curata da un talentuoso Executive Chef italiano, e al massaggio più esaltante e rigenerante di tutta la mia vita – notoriamente le Six Senses Spa sono il fiore all’occhiello di ogni resort e ora finalmente ho capito il perché – qui ci sono altre due experiences uniche che avrei tanto voluto vivere, ma che per mancanza di tempo non è stato possibile, e che mi hanno fatto tornare a casa con il desiderio e la voglia di far incrociare nuovamente in futuro la mia strada con quella di Zighy Bay..

Six Senses Zighy Bay

A tutti gli ospiti viene infatti data la possibilità di un arrivo spettacolare e fuori dagli schemi, un memorabile volo in parapendio dalla cima di Zighy Mountain, accompagnati da un professionista.
Provate ad immaginare di poter fare il vostro ingresso in un resort 5 stelle lusso niente di meno che.. dal cielo!
E poi c’è lei, per me regina delle luxury experiences da fare once in a lifetime, l’esclusiva cena gourmet al raffinato ristorante Sense of the Edge, incastonato tra le rocce a picco sul mare da cui lo separano 293 metri e una buona dose di scalini, che, immerso nella più intima e romantica delle atmosfere e illuminato solo dalla luna e dalla luce delle candele, offre, oltre ad un intimo e prelibato viaggio di sapori tra mare e terra, un’esperienza da ricordare per tutta la vita.

Un resort eccezionale che è stato  precursore del concetto di lusso sostenibile e di supporto alla comunità locale, un concept che mette ogni ospite al centro dell’esperienza facendolo sentire speciale, una particolare attenzione a tutto ciò che è healthy e alla scelta di ingredienti e materie prime a chilometro zero.

La ricerca e l’importanza del benessere, fisico e mentale, di armonia e di equilibrio.
Questo, ancora prima di tutto il resto, mi porto a casa da Six Senses Zighy Bay.
Un’esperienza Out Of The Ordinary, così come loro amano definirla, e non possono che avere ragione.

Six Senses Zighy Bay

8 Comments

  • Reply
    ปั๊มไลค์
    giugno 3, 2020 at 8:51 am

    Like!! Great article post.Really thank you! Really Cool.

  • Reply
    Mogyar
    giugno 4, 2020 at 10:39 pm

    This post was extremely interesting

  • Reply
    เบอร์มงคล
    giugno 7, 2020 at 10:02 pm

    Hi there, after reading this amazing paragraph i am as well delighted to share my knowledge here with friends.

  • Reply
    SMS
    giugno 14, 2020 at 5:31 pm

    These are actually great ideas in concerning blogging.

  • Reply
    web hosting reviews
    agosto 11, 2020 at 12:44 pm

    We’re a group of volunteers and opening a
    new scheme in our community. Your web site provided us with valuable info to
    work on. You have done an impressive job and our whole community
    will be grateful to you.

  • Reply
    web host
    agosto 11, 2020 at 7:42 pm

    Excellent blog right here! Also your website quite a bit
    up fast! What host are you using? Can I am getting your affiliate
    hyperlink to your host? I desire my web site loaded up as fast as
    yours lol

  • Reply
    website hosting companies
    agosto 13, 2020 at 10:42 pm

    I know this web site presents quality based articles or reviews and extra material, is there any other website which gives these things in quality?

  • Reply
    website hosting services
    agosto 14, 2020 at 6:24 am

    Good post. I learn something new and challenging on websites
    I stumbleupon every day. It’s always useful to read content from
    other authors and use a little something from other sites.

Leave a Reply