Venezia

VENEZIA – LE TOP LUXURY EXPERIENCES DA NON PERDERE ASSOLUTAMENTE! (PARTE 2)

T Fondaco dei Tedeschi

Secondo giro a Venezia in meno di due settimane, questa volta finalmente in dolce compagnia.
Mi piace portare Luca nei miei luoghi del cuore e fargli vivere tutte le esperienze che per me hanno segnato gli anni dell’università, anche se questo significa farlo camminare trenta chilometri in due giorni.. Eh si, abbiamo girato Venezia in lungo e in largo, il segreto è stato distrarlo ogni tanto con un bicchiere di vino e un cichetto! Lui si è appassionato di crostini con il baccalà mantecato, mentre io vado matta per le polpette di carne.. Le soste ai bacari sono state il delizioso carburante che ci ha permesso di camminare per ore e ore senza nemmeno accorgercene!
Solo pochi giorni fa vi avevo parlato di alcune esperienze imperdibili da fare assolutamente durante il vostro soggiorno a Venezia, eccone qui altre, la lista sarebbe davvero infinita, ma queste sono le mie preferite e quelle che consiglierei a chiunque desideri sentirsi un po’ “veneziano”..

– Una visita a Row Venice, organizzazione senza scopo di lucro formata principalmente da donne vogatrici con l’obbiettivo di promuovere e diffondere la tradizione della voga alla veneta! Se osservare i gondolieri che ogni giorno solcano i canali di Venezia vi ha sempre affascinato, con il piacere di una vogata sarete in grado di apprezzare in modo completo la loro abilità! La voga alla veneta è infatti lo stile di voga “all’in piedi” e in avanti tipico di Venezia e reso famoso dall’iconica figura del gondoliere.
Una classica lezione privata dura 90 minuti e si svolge in una tipica Batela a coa de gambaro, fatta a mano, che può ospitare fino a quattro persone. In più, gli appassionati del buon cibo e del vino possono arricchire la loro lezione con degustazioni di tradizionali cichetti e ombre di vino, facendo sosta durante la prova di voga in due tipici bacari veneziani lungo i canali! Prendendo parte a questa esperienza emozionante ed ecologica sarete anche parte attiva nel sostenere le attività di Row Venice a sostegno delle donne che competono nelle Regate di voga a Venezia, dei bambini desiderosi di imparare questo sport e delle altre organizzazioni che lavorano per mantenere viva questa tradizione che è parte integrante della città e della sua cultura.

Claudia Said

– Un po’ di Shopping a Palazzo! In tutti i  weekend e giorni festivi dal 14 Novembre al 6 Gennaio 2021, Palazzo Bembo, sulle rive del Canal Grande a pochi passi dall’iconico Ponte di Rialto, aprirà infatti le sue porte alla città di Venezia per una nuova ed unica esperienza di shopping in cui gli appassionati di alto artigianato potranno scoprire le eccellenze delle città.
Abbigliamento, arte, design e gioielleria made in Veneto saranno gli esclusivi protagonisti di questo nuovo format la cui organizzazione si deve all’esperienza e alla professionalità di Top Venice.

– Una visita al celebre Mercato di Rialto non può mancare nel vostro itinerario se volete davvero assaporare l’atmosfera popolare di Venezia! Tra frutta, verdura e pesce freschissimo, questo simbolo gastronomico della città, che viene allestito ogni giorno a pochi passi dal Ponte di Rialto, attira ormai da tempo l’attenzione di tantissimi visitatori che già si accalcano tra le sue bancarelle di primo mattino insieme ai residenti. Luogo storico per i veneziani, lo consiglio a chiunque sia desideroso di approfondire il “genius loci” della città, andando oltre le sue tante immagini da cartolina.

– Forse alcuni di voi non sanno che a Venezia, nel sestriere di Cannareggio, si trova il Ghetto Ebraico più antico d’Europa che, a mio parere, merita senz’altro una visita. L’area del ghetto ebraico è distinta in tre parti: il gheto vechio, il gheto novo e il gheto novissimo e per quanto possa sembrare strano il gheto novo è paradossalmente la zona ebraica più antica di Venezia. Nel campo del gheto novo, incastonato tra le due più antiche sinagoghe veneziane, si trova anche il Museo Ebraico: un piccolo, ma ricchissimo museo fondato nel 1954 dalla Comunità Ebraica veneziana. Visitabile al costo di 8€ e suddiviso in due aree tematiche, la prima dedicata al ciclo delle festività ebraiche ed alla liturgia e la seconda dedicata alla storia del ghetto ebraico e della persecuzione degli ebrei dalle origini ai campi di concentramento della Seconda Guerra Mondiale, è uno dei simboli di Venezia più nascosti e affascinanti, e tra le sue calli troverete anche alcuni locali specializzati in cucina kosher tra cui il più famoso è sicuramente Gam Gam.

Claudia Said

– Una serata al Casinò di Venezia nella sua storica sede di Ca’ Vendramin Calergi, uno dei più affascinanti ed eleganti palazzi affacciati sul Canal Grande, splendido esempio di stile patrizio rinascimentale, residenza di dogi e ultima dimora di Richard Wagner. L’intrattenimento proposto al Casinò di Venezia è davvero unico! Al suo interno un’offerta di gioco completa, dai tavoli francesi a quelli americani e alle più spettacolari slot machines, ma anche il rinomato Ristorante Wagner che occupa le sale colorate del Palazzo, il Salone delle feste al piano nobile e l’incantevole giardino con affaccio proprio sul Canal Grande. Sede di tanti eventi e di alcuni dei party più glamour della città, vale una serata anche se non siete amanti del gioco d’azzardo, anche solo per la bellezza e l’unicità della sua location.

Nell’attesa di arricchire a breve questa lista con altre emozionanti esperienze, saluto, per ora, la mia seconda casa, la città che più ho amato al mondo, quella in cui mi sento a mio agio, quella di cui ancora oggi ricordo ogni calle e ogni scorciatoia, l’unica città in cui il mio mancato senso dell’orientamento sembra magicamente rivivere.
Ciao Venezia, è stato bellissimo come sempre.

No Comments

    Leave a Reply

    You Might Also Like